Monthly Archives: Dicembre 2016

Optotracing: come seguire la produzione di biofilm in tempo reale

By |2018-06-10T23:42:47+02:0007/12/2016|

Gli Autori dello studio pubblicato recentemente su Nature Journal Biofilms and Microbiomes, condotto in collaborazione tra la Linköping University e il Karolinska Institutet in Svezia, hanno messo a punto il primo metodo che permette di seguire la formazione di biofilm e la differenziazione tra i suoi principali componenti (proteine amiloidi e polisaccaridi fibrosi) sia in colture cellulari che in situ. Tutto questo prende il nome di optotracing ed è stato sperimentato in Salmonella grazie all’uso di oligotiofeni coniugati luminescenti (LCoS), polimeri coniugati, non tossici, flessibili che emettono uno spettro di fluorescenza conformazione-dipendente. Per questo motivo i LCoS vengono definiti molecole-camaleonte, cioè [...]

HPV: scoperto un pathway che facilita la replicazione virale

By |2018-06-10T23:43:32+02:0007/12/2016|

L'importanza della risposta ATM-dipendente nella riparazione del danno del DNA (DDR –DNA damage response) nel facilitare la replicazione produttiva di HPV è stato ben documentata nel corso degli ultimi anni. In un recente studio, alcuni ricercatori hanno indagato sul il contributo della DDR ATR-dipendente nella replicazione del virus del papilloma umano (human papillomavirus - HPV), un meccanismo che normalmente viene attivato in risposta allo stress del microorganismo. Gli Autori hanno dimostrato che HPV31 attiva il pathway ATR/Chk1/E2F1 in modo E7-dipendente per aumentare i livelli di RRM2, un fattore chiave nella sintesi de novo di dNTPs. È importante sottolineare che gli Autori [...]

L’evoluzione indipendente di forma e motilità

By |2018-06-10T23:44:11+02:0007/12/2016|

Uno studio pubblicato su Nature Ecology and Evolution, sembrerebbe smentire la teoria secondo la quale esiste un legame tra l'evoluzione della forma dei batteri e la loro capacità di muoversi. La ricerca, nata dalla collaborazione tra l’Università di Lincoln (UK) e l’Università di Reading (UK) ha analizzato 325 specie batteriche del phylum Firmicutes al fine di comprendere come la forma di questi procarioti influisca sulla loro mobilità, stile di vita e patogenicità. Lo studio, sviluppato con metodi filogenetici comparativi e algoritmi matematici di nuova generazione, ha dimostrato come la motilità flagellare non solo sia un carattere labile in natura, ma sia [...]