Metallo ß-lattamasi nel microbioma del suolo: possibile acquisizione da parte dei ceppi clinici?

PrintL’origine delle metallo ß-lattamasi (MBL), in grado di idrolizzare i carbapenemi e acquisite da parte dei batteri diffusi in ambito ospedaliero, è in gran parte sconosciuta.

La resistenza ai carbapenemi in Pseudomonas aeruginosa, Acinetobacter baumannii e nei confronti delle Enterobatteriacee si associa frequentemente a resistenze in altre classi di antibiotici in quanto il gene che codifica tale resistenza è localizzato su plasmidi, elementi mobili che possono veicolare diversi geni di resistenza.

Uno studio (The Soil Microbiota Harbors a Diversity of Carbapenem-Hydrolyzing β-Lactamases of Potential Clinical Relevance. Antimicrob. Agents Chemother. January 2016;60(1):151-160) ha recentemente dimostrato che i produttori di MBL sono diffusi nel suolo e comprendono anche quattro nuovi generi precedentemente non conosciuti come produttori di MBL.
Gli Autori hanno studiato la frequenza, la diversità, e la funzionalità delle varie MBL prodotte dal microbioma del suolo.

Venticinque campioni di terreno di diversa tipologia e provenienza geografica sono stati analizzati attraverso test fenotipici, di espressione genica in Escherichia coli, e tramite sequenziamento completo.
Una discreta attività carbapenemasica è stata rilevata in 29 isolati batterici di 13 campioni di terreno, con conseguente identificazione di sette nuovi produttori di MBL, tra cui Pedobacter roseus (pedo-1), Pedobacter boreali (pedo-2), Pedobacter kyungheensis (pedo-3), Chryseobacterium piscium (CPS-1), Epilithonimonas tenax (ESP-1), Massilia oculi (MSI-1), e Sphingomonas spp. (SPG-1).

freepik4L’identità amminoacidica con le MBL normalmente descritte in isolati clinici variava tra il 40 e il 69% e le differenze più importanti sono state osservate in CPS-1, che conteneva un amminoacido in posizione 221, posizione critica per la struttura e la catalisi delle MBL; la presenza in pedo-1 del gene blaPEDO-1 associato all’inserimento di un profago e una sovrapposizione con una ß-lattamasi tipo OXA in MSI-1.

L’espressione eterologa di pedo-1, CPS-1, ed ESP-1in E. coli aumentava significativamente le MIC ad ampicillina, ceftazidima, cefpodoxime, cefoxitina, e meropenem e confermava l’ipotesi iniziale degli autori.

A cura di Simona Purrello

By | 2016-02-04T12:22:01+00:00 04/02/2016|