Congresso Nazionale SIM – ieri la cerimonia inaugurale

Ieri si è aperto il 46° Congresso della Società Italiana di Microbiologia che si sta svolgendo a Palermo dal 26 al 29 settembre.

La cornice è quella della Fondazione Sant’Elia, ovvero il settecentesco Palazzo del Marchese di Santa Croce e Trigona di Sant’Elia, ambientazione elegante e storica del centro di Palermo.

La cerimonia si è aperta con l’intervento del giornalista scientifico, il Dott. M. Barberi (www.microbioma.it). Notiziabilità e scienza sono due mondi separai? Qual è il ruolo degli esperti? E, il giornalismo scientifico come si deve interfacciare con gli esperti? Il Dott. Barberi, sostiene la collaborazione fra media e scienziati e invita la SIM a fare il primo passo e formare a quello che è il “punto di vista del microbiologo”. Il giornalista ha presentato poi la Prof. A. Giammanco, Presidente del Comitato Organizzatore del Congresso, la quale, oltre a ringraziare tutti i presenti e gli organizzatori, ha sottolineato il suo entusiasmo per avere, dopo 28 anni, il congresso SIM di nuovo a Palermo, sede di una scuola microbiologica di grande rilevanza nazionale.

Alla Prof. Giammanco, si sono susseguiti i saluti delle Autorità. “Viviamo una fase di straordinario risveglio e riconoscimento del valore culturale e storico della città di Palermo” ha esordito la Dott.ssa Marano, Assessore alle Politiche Giovanili, Scuole, Lavoro, Salute della città di Palermo. “Le Società Scientifiche sono degli importanti corpi intermedi fra le Istituzioni dell’Istruzione e delle Ricerca e la comunità scientifica”, ha continuato l’Assessore alla Formazione della Regione Sicilia, il Dott. Roberto La Galla.

Il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo F. Micari è poi intervenuto, ribadendo il valore della competenza e della multidisciplinarietà, affermando “i problemi veri, complessi richiedono approcci multidisciplinari”. Ha preso poi la parola il Presidente della Scuole di Medicina, il Prof. F. Vitale, ricordando come la Prof. Giammanco abbia traghettato la microbiologia palermitana attraverso una straordinaria evoluzione tecnologica, rinnovandola totalmente. Amicizia e stima verso il Presidente del Comitato Organizzatore che è stata confermata dal Prof. M. Ciaccio, Presidente della Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica: “mi sento a casa mia qui. Per l’affinità con la scuola microbiologica, per la collaborazione sinergica con la Prof. Giammanco e per la società che rappresento”.

Sono poi seguiti i saluti da parte dell’AMCLI, con il Prof. G. Scalia che ha ribadito la complementarietà e la coesione dell’intento microbiologico con SIM, e i saluti del Presidente onorario SIM,  Prof. E. Garaci.

“Il compito della SIM è unico. Fare da trait d’union tra tutti coloro che si occupano della salute dell’uomo perché il microbiologo è un professionista in grado di generare salute”, ha affermato la Prof. AT Palamara, Presidente della SIM. Continuando “vi è stretta necessità che la competenza torni ad informare le decisioni politiche. Ricordo che in Italia siamo i primi ad avere un piano nazionale per il trapianto di microbiota”. La Prof.ssa, infine ha augurato a tutti un buon proseguimento dei lavori, introducendo, insieme alla Prof. Giammanco, la Lettura Inaugurale del Prof. A. Craxì dal titolo “HCV:ascesa e caduta di un virus”.

By | 2018-09-27T13:17:44+00:00 27/09/2018|