Alterazioni del viroma della mucosa intestinale nella rettocolite ulcerosa

La rettocolite ulcerosa (UC) è una malattia intestinale infiammatoria (IBD), remittente e recidivante, che interessa una vasta area del colon-retto. Nonostante l’eziologia delle IBD rimanga ancora di non chiara interpretazione, evidenze crescenti indicano un ruolo chiave della disbiosi del microbioma intestinale nella patogenesi di queste malattie. Grazie all’utilizzo di tecnologie molecolari avanzate, è stato inoltre possibile chiarire che la componente virale del microbiota mucosale rappresenta un importante componente dell’ecosistema microbico intestinale, le cui entità competono con quelle della popolazione batterica.

Il viroma fecale umano è costituito da virus che infettano gli eucarioti e da batteriofagi, prevalentemente inclusi nell’ordine dei Caudovirales che, in condizioni di salute, mostrano una sostanziale diversità e stabilità temporale all’interno della popolazione. Nonostante siano state identificate, ad oggi, alterazioni significative nella componente batterica dell’ecosistema intestinale nelle IBD, molto poco è ancora noto riguardo alla variazione della componente virale nelle stesse malattie infiammatorie croniche.

Gli Autori di uno studio recentemente pubblicato su Gut hanno ipotizzato che, analogamente a quanto riportato per la componente batterica, anche l’alterazione della componente virale dell’ecosistema intestinale possa avere un ruolo importante nella patogenesi della UC.

La caratterizzazione del viroma della mucosa intestinale e delle sue funzioni in condizione di salute o di UC è stata condotta, tramite analisi metagenomica, su campioni di mucosa rettale di 167 soggetti (91 con UC e 76 controlli sani), provenienti da tre diverse regioni geografiche della Cina. I risultati ottenuti hanno mostrato un aumento importante della componente fagica Caudavirales nella mucosa dei pazienti con UC, associata ad una diminuzione della diversità, ricchezza ed uniformità degli stessi batteriofagi rispetto ai controlli sani. Inoltre, la diversità interindividuale del viroma mucosale, con particolare riferimento ai fagi di Escherichia ed Enterobacteria, si è dimostrata maggiore nel gruppo UC rispetto ai controlli. Tale alterazione correlava in maniera significativa con l’infiammazione della mucosa intestinale.

Pazienti con UC mostravano inoltre una sostanziale abrogazione di alcune funzioni fagiche, contemporaneamente ad un arricchimento delle attività associate alla fitness ed alla patogenicità dei batteri ospiti. Le normali interazioni tra virus e batteri, che nei soggetti sani sono in omeostasi con l’ospite e le altre comunità microbiche della mucosa intestinale sono, infine, risultate significativamente alterate nel gruppo UC.

I dati ottenuti dimostrano, per la prima volta, che la colite ulcerosa è caratterizzata da una sostanziale alterazione del virobiota della mucosa intestinale. Tali alterazioni possono pertanto contribuire alla patogenesi della UC; il ripristino delle normale omeostasi delle diverse comunità microbiche mucosali rappresenta un promettente approccio terapeutico.

Per maggiori informazioni:

https://gut.bmj.com/content/68/7/1169

Fonte:

Tao Zuo et al.Gut mucosal virome alterations in ulcerative colitis. Gut 2019; 68:1169–1179

 

By |2019-06-28T12:09:09+02:0028/06/2019|