Trapianto eterocronico fecale ripristina i centri germinativi dell’intestino in topi anziani

L’invecchiamento è un processo complesso e multifattoriale associato ad innumerevoli disturbi ed uno degli organi più interessati è sicuramente l’intestino. I cambiamenti dipendenti dall’età nella composizione del microbioma intestinale sono stati associati ad una maggiore fragilità, a prestazioni cognitive ridotte, ad una maggiore sensibilità ai disturbi intestinali e ad uno stato di infiammazione sistemica. Cosa, con l’avanzare dell’età, porti a questi cambiamenti non è noto soprattutto perché il microbioma è modellato da molti fattori, tra cui la genetica dell’ospite, gli eventi accaduti nella prima infanzia, la dieta ed il sistema immunitario intestinale. Il cambiamento che si verifica con l’età nella composizione del microbioma si realizza in parallelo ad un declino della funzione del sistema immunitario intestinale, tuttavia, non è chiaro quale sia il nesso causale tra i due.

Il sistema immunitario dell’intestino può regolare la composizione del microbioma mediante la produzione di immunoglobuline A (IgA) che rivestono i batteri commensali. Nel tratto gastrointestinale, gli anticorpi IgA sono prodotti sia nella lamina propria da plasmacellule di breve sopravvivenza, sia nelle Placche di Peyer (PP) da plasmacellule che derivano dalle reazioni del centro germinativo (GC).

Alcuni studi hanno stabilito l’esistenza di una relazione tra le reazioni del GC ed il microbioma, nel caso di difetti associati all’intestino correlati all’avanzare dell’età, tuttavia, la direzione della casualità tra le reazioni del GC ed il microbiota intestinale non è chiara.

Un articolo, recentemente pubblicato su Nature communications, ha riportato che le reazioni difettive del GC nelle PP dei topi anziani possono essere ripristinate mediante trapianto fecale da donatori adulti ed immunizzazione con somministrazione orale di tossina colerica, senza influenzare le reazioni del centro germinativo dei linfonodi periferici. Questo, dimostra che il difetto nella reazione del GC intestinale dipendente dall’età non è una caratteristica intrinseca delle cellule del sistema immunitario, non è irreversibile, e può essere corretto e migliorato fornendo stimoli appropriati agli individui più anziani.

Per maggiori informazioni:

https://www.nature.com/articles/s41467-019-10430-7

Fonte:

Marisa Stebegget al. Heterochronic faecal transplantation boosts gut germinal centres in aged mice. Nature Communications 10, Article number: 2443, 2019.

By |2019-06-28T12:26:04+02:0028/06/2019|